Sistema di riscaldamento di una casa privata: come scegliere

È possibile riscaldare l'edificio in modi diversi e utilizzando diverse fonti di energia, ma il sistema di riscaldamento in una casa privata, che è stata pensata nei minimi dettagli, sarà sempre l'opzione migliore.

Locale caldaia complesso in una casa privata

Se stiamo parlando del sistema, quindi, di norma, ci sono tre tipi principali di esso, è:

  1. circuito del radiatore;
  2. pavimento caldo;
  3. pellicola a infrarossi.

Sebbene il quarto metodo sia possibile, è una combinazione di due o anche di tre tipi. Vi diremo le principali sfumature di tali dispositivi, prendete in considerazione il riscaldamento delle caldaie e mostrate un video su questo argomento.

caldaie

gas

Ecco come funziona l'unità di convezione.
  • Molto spesso, i sistemi di riscaldamento per una casa privata funzionano con l'aiuto di caldaie a gas tradizionali (a convezione), con l'aiuto del quale forniscono solitamente il circuito del radiatore o una variante combinata - radiatori più un pavimento riscaldato. Le caldaie funzionano secondo lo schema che si vede nell'immagine in alto: il gas viene alimentato attraverso una tubazione al bruciatore situato nella camera del combustibile e, a sua volta, riscalda lo scambiatore di calore, dal quale il refrigerante si diffonde per tutto il circuito. L'aria calda, insieme ai prodotti della combustione, viene scaricata in strada attraverso il camino.
  • La temperatura ottimale per un tale dispositivo, l'istruzione consiglia di mantenere nel range di 60-80? C - in modo da poter risparmiare la vita più grande per lo scambiatore di calore. Il fatto è che esiste un punto di formazione di condensa - 55-57 ° C, ma qui la condensa risulta essere acida, dai prodotti della combustione a gas, quindi le pareti dello scambiatore di calore cominciano a collassare. Questo è il sistema più comune di approvvigionamento idrico e riscaldamento in una casa privata.
È così che funziona un'unità di condensazione.
  • Nei casi in cui la casa ha un sistema di riscaldamento a pavimento, è meglio usare caldaie a gas a condensazione, anche chiamate basse temperature, per riscaldarlo.. La modalità ottimale di funzionamento di tali dispositivi è nell'intervallo 30-50? o 30-60?, anche se il formato di lavoro raggiunge 100-110?, cioè, possono essere utilizzati non solo per basso, ma anche per alte temperature. È interessante notare che l'efficienza dei diversi modelli raggiunge il 109-111% e, sebbene il loro prezzo sia superiore a quello dei convezionali, tali unità pagano con interesse nel tempo.
  • Il principio di funzionamento qui è fondamentalmente diverso dalle caldaie tradizionali, anche se il bruciatore a gas continua a riscaldare lo scambiatore di calore, ma il calore secondario non viene deviato all'esterno, ma viene anche utilizzato per il riscaldamento.! Qui, la condensa acida viene scaricata attraverso una speciale tubazione attraverso i filtri, che cade nel processo di formazione. È questo momento di conservazione del calore secondario che consente di raggiungere un coefficiente così alto, pari, a prima vista, impossibile.

Carburante liquido

Il principio di funzionamento della caldaia diesel
  • Nei casi in cui non vi è alcun gasdotto nel villaggio, i sistemi di riscaldamento per le case private possono funzionare da caldaie a combustibile liquido, dove il solarium è più spesso usato come fonte di energia.. Il corpo di una tale unità è solitamente in ghisa e questa è un'opzione del pavimento, anche se ci sono quelli in acciaio che possono essere fatti per essere montati sulla parete, ma, nonostante il potente strato termoisolante, i modelli montati non godono del successo.
  • Nei motori diesel, così come nelle unità a gas, la fiamma del bruciatore riscalda anche lo scambiatore di calore, che è in acciaio resistente al calore, ma più spesso di ghisa - a causa delle pareti spesse, la durata del dispositivo aumenta significativamente. I bruciatori diesel possono essere monostadio, bistadio e modulati: questa è la differenza principale tra le caldaie. Se su un apparecchio a uno stadio è possibile solo una modalità di combustione, e su una a due stadi, sono possibili due modalità, quindi il dispositivo modulato consente di impostare la potenza di riscaldamento a propria discrezione.

Combustibile solido

Caldaia tradizionale a combustibile solido
  • Inoltre, i sistemi di riscaldamento delle case private possono essere alimentati da caldaie tradizionali a combustibile solido, il cui principio di funzionamento è molto simile alla normale stufa, mentre legna e carbone e legna da ardere (mattonelle, pellet, ecc.) Sono utilizzati come vettori energetici.. Scambiatori di calore per tali unità sono realizzati in acciaio resistente al calore o in ghisa, anche se la seconda opzione è la più preferibile - a causa delle pareti spesse, la vita di servizio aumenta. L'efficienza della caldaia è notevolmente aumentata a causa delle varie valvole che regolano l'alimentazione d'aria al forno e ai canali di spinta.
Ecco come funziona la caldaia a gas
  • Ed ecco un altro tipo di unità che funziona a combustibile solido - queste sono caldaie a gas o pirolisi, dove il combustibile brucia quasi senza residui, ma ci sono due camere - la combustione principale e il postbruciatore. Il principio del loro lavoro è il seguente: fuoco di legna o legna da ardere nel focolare principale, dopo il quale l'ossigeno è parzialmente bloccato lì, che contribuisce al processo di pirolisi (decomposizione termica) - questo è accompagnato da abbondante fumo. Il fumo entra nella camera di postcombustione, dove viene fornita anche aria calda proveniente dalla prima camera e questi prodotti incombusti di decomposizione termica bruciano fino alla fine.
  • Le caldaie a gas sono molto comode per l'uso domestico: la loro installazione consente di contrassegnare i segnalibri dopo 4, 6, 8 o 12 ore e in alcuni modelli questo processo è consentito dopo due o anche tre giorni! La gamma di combustibili di posa dipende non solo dal design della caldaia, ma anche dal combustibile stesso, ad esempio i modelli che lavorano a carbone hanno la gamma più rara (fino a tre giorni). L'efficienza di tali dispositivi raggiunge l'85% e lo scarico dei fumi è minimo: puoi tranquillamente appendere i vestiti per strada senza timore per la loro pulizia.

elettricità

Circuito elettrico della caldaia
  • Il vantaggio principale di qualsiasi caldaia elettrica rispetto ai tipi alternativi delle unità sopra menzionate è l'assenza di un camino che deve essere portato all'esterno - semplicemente non è necessario qui, poiché non ci sono prodotti di decomposizione termica. Tali dispositivi possono funzionare (a seconda della potenza) dalla rete AC 220 / 380V 50Hz, sebbene i riscaldatori monofase siano solitamente utilizzati per scopi domestici.
  • La modalità di funzionamento ottimale offerta dal produttore è principalmente nell'intervallo 60-80 ° C, anche se il massimo consentito è 85 ° C, ea 90 ° C viene attivata la disconnessione automatica dei riscaldatori elettrici. La massima efficienza di tali riscaldatori è del 93% (superiore solo per caldaie a condensazione), e da 220 V è possibile scegliere modelli con una capacità fino a 9 kW - questo è sufficiente per riscaldare 90m2 spazio vitale.
Il movimento del liquido di raffreddamento e il suo riscaldamento nella caldaia dell'elettrodo
  • Tutti sanno che la frequenza della corrente nelle nostre reti è di 50 Hz e il funzionamento della caldaia ad elettrodo dipende direttamente da questo. Il refrigerante passa attraverso il suo corpo e gli elettrodi stessi sono immersi in un liquido. E in questo caso, quando viene applicata l'alimentazione, si verifica il processo di ionizzazione. Considerando che gli elettrodi cambiano la loro polarità 50 volte al secondo, gli ioni cambiano anche la direzione del movimento con la stessa frequenza, che fa riscaldare il liquido.
  • Queste caldaie possono funzionare su AC 220 / 380V 50Hz su acqua distillata o a bassa temperatura che non congela a -40 ° C, così come su liquidi il cui punto di ebollizione non è inferiore a 100 ° C e sono certificati dal produttore.

Nota. Esistono anche caldaie universali che combinano due o tre tipi di combustibile, ad esempio energia elettrica e gas, gas e diesel, energia solare, gas ed elettricità. Ma tali unità non sono particolarmente popolari, dal momento che non forniscono ritorni completi in nessuna delle modalità.

Sistemi di riscaldamento

capacità

Misura il diametro foto

Per una corretta installazione del sistema di riscaldamento di una casa privata con le proprie mani, è necessario calcolare con precisione la capacità dei tubi, relativamente al loro diametro, al fine di garantire un riscaldamento sufficiente della stanza. Per tali calcoli, è possibile utilizzare la formula D = v354 * (0,86 * Q /? T) / V, dove D è il diametro, Q è il carico in kW per area di prova ,? T è la differenza di temperatura sui tubi di alimentazione e di ritorno, V è la velocità liquidi in m / s.

Ma puoi anche usare la tabella qui sotto.

consumo Capacità del tubo (kg / h)
Du pipe 15 mm 20 mm 25 mm 32 mm 40 mm 50 mm 65 mm 80 mm 100 mm
Pa / m mbar / m ?0,15 m / s ?0,15 m / s 0,3 m / s
90.0 0,900 173 403 745 1627 2488 4716 9612 14940 30240
92.5 0.925 176 407 756 1652 2524 4788 9756 15156 30672
95,0 0.950 176 414 767 1678 2560 4860 9900 15372 31104
97,5 0975 180 421 778 1699 2596 4932 10044 15552 31500
100,0 1.000 184 425 788 1724 2632 5004 10152 15768 31932
120.0 1.200 202 472 871 1897 2898 5508 11196 17352 35100
140.0 1.400 220 511 943 2059 3143 5976 12132 18792 38160
160.0 1.600 234 547 1015 2210 3373 6408 12996 20160 40680
180.0 1.800 252 583 1080 2354 3589 6804 13824 21420 43200
200.0 2.000 266 619 1154 2488 3780 7200 14580 22644 45720
220.0 2.200 281 652 1202 2617 3996 7560 15336 23760 47880
240.0 2.400 288 680 1256 2740 4176 7920 16056 24876 50400
260.0 2.600 306 713 1310 2855 4356 8244 16740 25920 52200
280.0 2.800 317 742 1364 2970 4456 8568 17338 26928 54360
300.0 3.000 331 767 1415 3078 4680 8802 18000 27900 56160

Rapporto proporzionale tra portata e diametro del tubo

Nota. La potenza della caldaia per il tuo sistema può essere determinata se conosci la dimensione della tua casa. Con i soffitti fino a 260 cm, viene presa in considerazione la quadratura, e nelle stanze più alte, la cubatura della casa è già necessaria. Tali indicatori si trovano solitamente nella documentazione di accompagnamento della caldaia.

Circuiti di riscaldamento

Connessione a circuito singolo

Per iniziare, vediamo come il sistema di riscaldamento del radiatore è realizzato in una casa privata con le proprie mani, perché può avere uno o due circuiti (un tubo, due tubi). Se viene posato un solo tubo principale dall'unità di riscaldamento, che viene ricollegato per fornire e restituire il liquido, allora in un edificio con un'area estesa tale schema non sarebbe del tutto efficace.

Il problema qui è che ogni batteria, recuperando il liquido di raffreddamento dal tubo principale, la restituisce anche lì, quindi, con ogni radiatore successivo, l'acqua nel sistema si raffredderà sempre di più.

Anche se si installano valvole di intercettazione (rubinetti) tra i collegamenti di alimentazione e di ritorno, come mostrato nell'immagine in alto, questo sarà utile solo per questa batteria, e nel prossimo l'acqua sarà ancora più fredda. Tali sistemi sono efficaci quando nel circuito non sono collegati più di 3-5 dispositivi, pertanto, nelle grandi case è meglio rifiutarlo del tutto.

Schema di un sistema a doppio circuito con una connessione diagonale

Il sistema di riscaldamento a due tubi più redditizio e conveniente in una casa privata, cioè per l'alimentazione e il ritorno del refrigerante dalla caldaia alla caldaia, sono tubi di riscaldamento diversi, come si può vedere dal disegno schematico superiore. Collegare le batterie all'autostrada qui può essere fatto in diversi modi: dal basso, sopra e in diagonale.

La temperatura dell'acqua nel tubo di alimentazione in un sistema a due circuiti è praticamente invariata per tutta la sua lunghezza, poiché non vi è afflusso di liquido refrigerato, pertanto il riscaldamento di tutti i radiatori dall'inizio alla fine del sistema sarà lo stesso.

Qui è molto importante calcolare correttamente il diametro dei tubi, poiché con l'aumentare aumenta il volume del liquido e con esso aumentano i costi energetici per la caldaia.

Nel settore privato, le tubature con una sezione trasversale di 25-40 mm vengono solitamente utilizzate per le colonne montanti e 20 mm per i radiatori.

Connessione al piano dell'acqua
  1. Valvola di controllo con sensore di temperatura;
  2. Valvola di bilanciamento;
  3. Pompa di circolazione;
  4. Termostato di sicurezza (fattura);
  5. Valvole elettriche del collettore;
  6. collettore;
  7. Bypass (necessario nelle caldaie ad alta temperatura);
  8. Termostato ambiente
Schema di riscaldamento a pavimento con radiatori

Nel caso di combinazione di radiatori con un pavimento caldo, è necessario fornire refrigerante con temperature diverse - a batterie nel range di 60-80 ° C, e al contorno del pavimento - 30-50 ° C.

Per realizzare questa separazione, avrai bisogno di un'unità di miscelazione della pompa, che di solito consiste in un bypass. Una valvola a tre vie si inserisce per regolare il flusso di calore. Quando il fluido nel tubo di un pavimento caldo raggiunge la temperatura desiderata, la valvola dal tubo di alimentazione lo dirige non verso il pavimento riscaldato, ma semplicemente lo fa cadere nel tubo di ritorno finché il termostato non dà il comando di riscaldare il circuito.

conclusione

Alcuni utenti sono interessati a come lavare il sistema di riscaldamento in una casa privata, ma questo è un argomento abbastanza ampio, che dovrebbe essere evidenziato in un articolo separato. Diciamo solo che questo viene fatto prima con acqua fredda e poi calda con l'aggiunta di candeggina e un compressore. Il circuito è scollegato dalla caldaia tramite valvole di intercettazione (rubinetti).

Aggiungi un commento